Ogni Matrimonio deve rispettare questi 3 requisiti.

andrea e carlotta2

Ogni Matrimonio deve rispettare questi 3 requisiti.

25 anni fa sono stato invitato ad un matrimonio di un mio parente.

Non avevo un’età per la quale sei indifferente a quello che ti succede intorno, e per questo ho vissuto quell’evento con attenzione e una certa sensibilità.

Quel matrimonio in stile hollywoodiano doveva essere l’evento del secolo, tante aspettative e tanti soldi per qualcosa che doveva rimanere nelle nostre menti per molto tempo.

L’obiettivo è stato pienamente raggiunto, mi ricordo ancora oggi il “fiasco”:-(

Nonostante io sia una persona accomodante e piena di pazienza, in quella giornata tutto quello che poteva andare storto ci è andato. Tempi, distanze, servizio, ogni cosa mi è rimasta in mente per la grande delusione che mi ha fatto provare.

Da quel matrimonio ho però imparato molto, e una cosa su tutte è il rispetto per gli ospiti. Gli ospiti sono amici a cui teniamo, parenti a cui vogliamo bene, che sono lì per festeggiarci e per renderci onore. Devono essere coccolati in tutti i modi e devono poter dire di aver trascorso una giornata stupenda, memorabile, di cui porteranno il felice ricordo per sempre con sé.

Ho anche capito che il Matrimonio non è una Storia d’Amore.

Quando si pensa al matrimonio la mente va subito al rapporto tra due persone che si amano alla follia e che decidono di vivere insieme il resto della vita.

Si giusto, e non preoccuparti anche noi crediamo follemente nell’Amore, ma il GIORNO del matrimonio c’è dell’altro, tanti aspetti che non possono essere lasciati al caso.

Ci sono 3 livelli di attenzioni, tutte importanti, che però hanno bisogno di pianificazione, di conoscenza e di gestione completamente diverse.

andrea e carlotta

Il primo livello è quello delle Emozioni.

Le Emozioni danno l’energia al Wedding Day e coinvolgono tutti, ogni ospite si sente parte di quel giorno tanto importante. L’entrata in chiesa, il lancio del riso con il primo bacio “ufficiale”, il ballo e il taglio della wedding cake, sono tutti momenti di energia pura, di emozioni forti che ti rimangono dentro per sempre.

Il secondo livello è quello della Funzionalità.

Spesso, per la voglia di mettere dentro tanta roba, si rischia che i diversi momenti della giornata siano scollegati tra loro e poco funzionali. Spostamenti faticosi, attese snervanti, location non attrezzate, fornitori che non lavorano in team, tempi sballati; ognuno di questi problemi porta inevitabilmente ad abbassare il livello del matrimonio. Quando si sacrifica la funzionalità si ottiene sempre lo scontento degli ospiti.

Il terzo livello è il Coinvolgimento.

Ognuno deve sentirsi parte importante dell’evento matrimonio. Per coinvolgimento non intendo trenini e balli di gruppo ma vivere ogni momento come familiare, con una partecipazione attiva e mai di facciata. Il coinvolgimento è il vero acceleratore delle emozioni. Quando ti senti parte di qualcosa vivi l’emozione in modo più intenso e la senti come fosse la tua. Ogni ospite coinvolto diventa un trascinatore per gli altri.

In ogni matrimonio si dovrebbero sempre tenere presenti questi 3 livelli, e qualunque scelta dovrebbe partire da qui.
Se la scelta soddisfa questi criteri allora è una scelta giusta, altrimenti va cambiata.

 

Photo: Sonia Ursini
Wedding: Andrea + Carlotta
Scenografie: Eva Occhibove

Nessun commento

Lascia un commento